Linguaggio formale e informale

In base alla situazione comunicativa, possiamo scegliere se usare un linguaggio formale o informale.

Entrambi i registri hanno diverse gradazioni, possono essere mescolati l'uno con l'altro ed essere utilizzati, in uno o più aspetti, in tutte le varietà di lingua.

Formale

Informale

Dare del lei, tranne che ad amici e parenti stretti ai quali si dà del tu

Dare del tu

Buongiorno, signor Bianchi, come sta ?

Ciao, come stai ?

Usare formule di cortesia

Non usare formule di cortesia

Per favore, potrebbe chiudere la finestra ?

Chiudi la finestra !

Pronunciare le parole lentamente e correttamente

Pronunciare le parole velocemente e con inflessioni dialettali

Andiamo !

Bravi !

Annamo !

Ebbravi !

Usare parole precise

Usare parole generiche

Quell'uomo ...

Quel tizio ...

Usare parole neutre

Usare parole dirette o crude

Che confusione !

Che noia !

Che casino !

Che palle !

Non usare parole dialettali

Usare parole dialettali

Una zanzara mi ha punto sul braccio.

Una zanzara mi ha pizzicato sul braccio.

Non usare parole abbreviate

Usare parole abbreviate

Che programmi ci sono in televisione ?

Che c'è alla tele ?

Non usare onomatopee

Usare onomatopee

Ho sentito un forte rumore e ....

Ho sentito "bum !" e ...

Limitare l'uso dei verbi pronominali e delle locuzioni verbali

Usare frequentemente verbi pronominali e locuzione verbali

Quell'uomo è scappato via.

Quello se l'è svignata.

Mi hanno eliminato.

M'hanno fatto fuori.

Usare in misura maggiore frasi complesse

Usare in misura maggiore frasi semplici e marcate

Io spero di superare l'esame, nonostante non abbia studiato in modo approfondito.

Io ... speriamo ... che me la cavo !

Non usare parole volgari

Usare parole volgari

Che cosa le serve ?

Che cosa ti serve ?

Che cazzo vuoi ?