Indicativo futuro semplice

L'indicativo futuro semplice esprime azioni e situazioni posteriori al momento in cui vengono espresse.

In alcuni casi, il futuro può essere sostituito dall'indicativo presente, indicando la posteriorità con espressioni di tempo (stasera, domani ecc.).

Quando però si fanno previsioni o si esprime il cambiamento, l'uso dell'indicativo futuro semplice è indispensabile.

Inoltre, l'indicativo futuro semplice:

- usato al posto del presente, conferisce alla frase valore dubitativo, ipotetico (sarà vero ?) e concessivo (sarà anche vero, ma...);

- usato insieme al presente storico, esprime il futuro nel passato.

Vedi anche la frase complessa e in particolare:
- la proposizione dipendente completiva con i verbi di opinione ecc., percezione ed enunciazione;
- il periodo ipotetico;
- il discorso indiretto;
- la proposizione dipendente circostanziale: temporale, consecutiva, eccettuativa.

Per approfondire, vedi l'Enciclopedia dell'Italiano Treccani.

Anteriorità

Contemporaneità

Posteriorità

PREVISIONI

 

Adesso siamo sette miliardi.

Nel 2050 saremo nove miliardi.

CAMBIAMENTI

 

Ora c'è confusione, ma

domani sarà tutto in ordine.

ANNUNCI

 

Francesco ha deciso:

studierà medicina e diventerà un medico.

PROMESSE

 

Ora devo andare,

ma tornerò presto.

NOVITÀ

 

 

Ci sarà un bel concerto all'auditorium.

ORDINI

 

 

Partirai quando lo dico io.

Vedi anche: imperativo

AZIONE RIPETUTA O ABITUALE

 

 

Da domani, cambierò orario di lavoro.

Vedi anche: indicativo presente

AZIONE

 

 

Domani andrò al cinema

Vedi anche: indicativo presente

DUBBIO, INCERTEZZA, IPOTESI

 

Quanto costa questo computer ?

Non lo so, costerà 1000 €.

 

 

Quanti anni ha Francesco ?

Avrà 20 anni.

 

 

Ormai Stefano sarà a casa.

 

CONCESSIONE

 

Avrà pure 20 anni, ma ha già fatto molte esperienze.

 

FUTURO NEL PASSATO (con il presente storico)

Nel 1980, Francesco parte per Parigi, dove rimarrà tre anni per studiare all'università.

 

 

Vedi anche: condizionale passato