Preposizioni - DI

La preposizione DI può:
- formare una locuzione sostantivale;
- introdurre un verbo retto da un verbo aspettuale;
- introdurre un complemento indiretto;
- introdurre una proposizione implicita.

Locuzioni sostantivali

Luna di miele

Verbi aspettuali

Finisco di lavorare alle sette.

Complemento di Specificazione: di chi ? di che cosa?

Giorgio è il fratello di Paolo.

Complemento di Argomento: di quale argomento ?

Questo è un libro di storia.

Complemento di Denominazione: quale ?

Io vivo nella città di Roma.

Io partirò nel mese di agosto.

Complemento di Materia: di quale materia ?

Questa è una statua di marmo.

Questa è una bottiglia di vetro.

Questo è un bicchiere di plastica.

Questo è un orologio d’oro.

Complemento di Qualità: di quale qualità ?

Mario è un uomo di aspetto piacevole.

Complemento di Quantità (Estensione): di quale estensione ?

La casa ha un giardino di 200 mq.

Complemento di Paragone: più o meno di chi ? più o meno di che cosa ?

Stefano è più alto di Luisa.

Mario corre più velocemente di Aldo.

Complemento Partitivo: tra chi ? tra che cosa ?

Giorgio è uno di loro.

Complemento di Luogo: da dove ?

Stefano esce di casa.

Complemento di Origine: di dove ?

Stefano è di Roma.

Complemento di Tempo: quando ?

Stefano va in vacanza d’estate.

Complemento di Età: di quanti anni ?

Stefano è un uomo di 50 anni.

Complemento di Modo: come ?

Paolo agisce d’impulso.

Complemento di Causa: perché ?

Paolo soffre di nostalgia.

Proposizione Completiva soggettiva

Mi sembra di vedere qualcuno.

Proposizione Completiva oggettiva

Prometto di tornare presto.

Proposizione Completiva obliqua

Ti prego di tornare presto.