Preposizione DI

La preposizione DI è usata:
- per formare una locuzione sostantivale;
- per introdurre un verbo retto da un verbo aspettuale;
- per introdurre un complemento indiretto;
- per introdurre una proposizione implicita.

Analisi grammaticale

Locuzioni sostantivali

Luna di miele

Verbi aspettuali

Finisco di lavorare alle sette.

Analisi logica della proposizione

Complemento di Specificazione: di chi ? di che cosa?

Giorgio è il fratello di Paolo.

Complemento di Argomento: di quale argomento ?

Questo è un libro di storia.

Complemento di Denominazione: quale ?

Io vivo nella città di Roma.

Io partirò nel mese di agosto.

Complemento di Materia: di quale materia ?

Questa è una statua di marmo.

Questa è una bottiglia di vetro.

Questo è un bicchiere di plastica.

Questo è un orologio d'oro.

Complemento di Qualità: di quale qualità ?

Mario è un uomo di aspetto piacevole.

Complemento di Quantità (Estensione): di quale estensione ?

La casa ha un giardino di 200 mq.

Complemento di Paragone: più o meno di chi ? più o meno di che cosa ?

Stefano è più alto di Luisa.

Mario corre più velocemente di Aldo.

Complemento Partitivo: tra chi ? tra che cosa ?

Giorgio è uno di loro.

Complemento di Luogo: da dove ?

Stefano esce di casa.

Complemento di Origine: di dove ?

Stefano è di Roma.

Complemento di Tempo: quando ?

Stefano va in vacanza d'estate.

Complemento di Età: di quanti anni ?

Stefano è un uomo di 50 anni.

Complemento di Modo: come ?

Paolo agisce d'impulso.

Complemento di Causa: perché ?

Paolo soffre di nostalgia.

Analisi logica del periodo

Proposizione Completiva soggettiva

Mi sembra di vedere qualcuno.

Proposizione Completiva oggettiva

Prometto di tornare presto.

Proposizione Completiva obliqua

Ti prego di tornare presto.

Cerca una pagina