Formazione delle interiezioni

Le interiezioni possono essere semplici, derivate o composte o essere formate da locuzioni.

Interiezioni semplici (o primarie): non derivano da altre parole.

Sorpresa

Ah

Fastidio, dolore

Ahi

Incoraggiamento, gioia

Alé

Urrah

Dubbio e rassegnazione

Bah

Mah

Dubbio

Boh

Sospensione

Beh

Be’

Eh

Ehm

Uhm

Noia

Uffa

Uff

Divertimento, meraviglia

Ih !

Diamine !

Caspita !

Disapprovazione

Accidenti !

Diamine !

Sorpresa

O

Oh

Ohi

To

Uh

Richiamare l’attezione

Ps

Pst

Ohi

Ehi

Ahò

Disgusto

Puah

Chiedere il silenzio

Sst

Dare l’ordine di fermarsi

Alt

Dare l’ordine di muoversi

Marsc

Dare l’ordine di allontanarsi

Sciò

Interiezioni derivate (o secondarie): derivano da una parola che svolge primariamente un’altra funzione.

Ordine

Basta !

Via !

Zitto !

Esortazione

Andiamo !

Animo !

Avanti !

Coraggio !

Dai !

Forza !

Richiesta

Aiuto !

Ringraziamento

Grazie !

Preghiera

Scusi !

Scusa !

Perdono !

Speranza

Magari !

Auguri !

Rammarico

Peccato !

Approvazione

Bene !

Bravo !

Giusto !

Grande !

Evviva !

Ok !

Okay !

Insulto

Bastardo !

Cane !

Porco !

Verme !

Stronzo ! (volgare)

Disapprovazione

Abbasso !

Vergogna !

Male !

Imprecazione

Cazzo ! (volgare)

Maledizione !

Itercalare

Ecco

Già

No

Comunicazione

Pronto ! (al telefono)

Sì ?

Senti !

Senta !

Scusi !

Scusa !

Interiezioni composte: sono formate unendo due o più parole in una parola sola.

Dispiacere, rassegnazione

Ahimè !

Itercalare

Insomma

Vabbè

Imprecazione

Vaffanculo ! (volgare)

Sorpresa o Preoccupazione

Oddio !

Locuzioni interiettive: le locuzioni uniscono due o più parole che rimangono distinte sul piano ortografico ma costituiscono un’unità linguistica appartenente a un’unica categoria grammaticale.

Sorpresa

Mamma mia !

Madonna mia !

Santo cielo

Speranza

Buon viaggio !

Imprecazione

Porca miseria !

Al diavolo !

Avvertimento

Guai a te !

Al ladro !

Preghiera

Per favore

Per piacere

Per carità

Ringraziamento

Grazie mille !

Grazie tante !