Avverbi

Gli avverbi aggiungono significato a un verbo, a un aggettivo, a un altro avverbio o a una frase.

Gli avverbi possono essere semplici, derivati, composti, alterati o essere formati da locuzioni.

Vedi la formazione delle parole.

Vedi la formazione di: verbi | nomi | pronomi | aggettivi | avverbi | preposizioni | congiunzioni | interiezioni.

Per approfondire, vedi l'Enciclopedia dell'Italiano Treccani.

La formazione degli avverbi

Avverbi semplici

Non derivati da altre parole

Bene | Qui | Sempre | Sì | ecc.

Avverbi derivati

Derivati da una parola che svolge un'altra funzione (nome, aggettivo, verbo) tramite l'aggiunta di suffissi (-mente; -oni)

Lentamente | Ginocchioni | ecc.

Derivati da una parola che svolge primariamente un'altra funzione (aggettivo)

Forte | Chiaro | ecc.

Avverbi composti

Formati da più parole unite in una parola sola

Dappertutto | Soprattutto | Inoltre | Chissà | ecc.

Avverbi alterati

Modificati da suffissi che incorporano un giudizio nel significato di base

Benino

Locuzioni avverbiali

Formate da due o più parole

Per fortuna | In fretta e furia | passo passo | alla lettera | di sicuro | sul serio ecc.