Presente, imperfetto, passato remoto

Completa la favola il lupo e il cane coniugando i verbi all’indicativo presente, imperfetto o passato remoto.

Un giorno, mentre un po’ cibo, un lupo un cane.

Il cane gli : un bell’aspetto ed ben nutrito.

Così lo e a parlare con lui.

A un certo punto, gli : «Come mai così bene ?»

Il cane : «Mi molto da mangiare . Puoi diventare come me se gli ordini del padrone.»

«Quali ordini ?» il lupo.

«Difendere la casa dai ladri» il cane.

«Per me va bene ! Prima cibo facilmente, ma ora difficile e molta fame» disse il lupo.

«Vieni con me, ti porto dal mio padrone» suggerì il cane.

Mentre , il lupo che il cane il collo spelacchiato.

«Cosa lì ?» chiese.

«Non è nulla» sussurrò il cane.

«Parla, per favore».

«Di giorno, mi con la catena».

Al lupo un dubbio: «Quindi, se sei legato, non puoi allontanarti ?»

«No, non posso» gli il cane.

Allora il lupo esclamò: «Amico, tieniti pure il cibo e la casa ! Io avere la mia libertà !» e se ne andò.

Meglio patire la fame che non essere liberi.