Indicativo imperfetto

Completa il testo "Vita quotidiana nell'antica Roma" con il verbo coniugato all'indicativo imperfetto.

Nel secondo secolo d.C., Roma un gran numero di abitanti ed la città più grande dell'impero.

La popolazione eterogenea: oltre ai cittadini romani, c' gli schiavi, i liberti (gli schiavi liberati) e molti stranieri, provenienti da tutti i paesi conquistati dai Romani.

*

Gli abitanti di Roma all'alba, verso le 4.30 d'estate e le 7.30 d'inverno (hora prima).

, e una colazione con frutta, pane, formaggio e latte.

Prima di uscire, i cittadini romani pregavano le divinità protettrici della casa.

Le persone importanti la mattina al Foro, dove si occupavano dei propri affari.

Gli artigiani e i commercianti andavano nelle loro botteghe dove lavoravano per 5 o 6 ore.

I bambini andavano a scuola.

Verso mezzogiorno (hora sesta), tutti velocemente, comprando qualcosa in una bottega o da un venditore ambulante.

Il pomeriggio era dedicato al tempo libero.

La meta preferita le terme, dove tutti andavano per lavarsi, fare sport e incontrare persone.

Alcuni preferivano passeggiare e giocare a palla al Campo Marzio.

Altri andavano dal barbiere (che di pomeriggio) o a giocare a dadi nelle taverne.

Un giorno alla settimana, i Romani assistere alle corse dei carri al Circo Massimo e una volta al mese agli spettacoli dei gladiatori.

Prima del tramonto (hora duodecima: verso le 18.00 d'estate e le 16.00 d'inverno), tutti a casa, dove e passavano la sera con la famiglia.

Di notte, quasi nessuno e le strade erano deserte.

 

  

  

Cerca una pagina



su giù
Privacy & Cookies