Polisillabi

La sillaba è l’unità minima prosodica in cui può essere divisa una parola.

Parole polisillabiche

Le parole polisillabiche sono formate da 2 sillabe (bisillabe), 3 sillabe (trisillabe), 4 sillabe (quadrisillabe), ecc.

Le parole polisillabiche si distinguono anche in base alla sillaba sulla quale cade l’accento (sillaba tonica).

L’accento grafico è obbligatorio solo nelle parole tronche.

Sillaba tonica
Parole tronche: accento sull’ultima sillaba
Cit
Ve ri
Ma tu ri
U ni ver si
Parole piane: accento sulla penultima sillaba
Pa ne
Pa ta ta
Ca pi ta no
Parole sdrucciole: accento sulla terzultima sillaba
Ta vo lo
Clas si fi ca
An ti pa ti co
Parole bisdrucciole: accento sulla quartultima sillaba
Ca pi ta no
La scia te me lo
A spet tan do me lo
Di men ti can do me lo
Parole trisdrucciole: accento sulla quintultima sillaba
Or di na glie lo

Alcune parole sono omografe: hanno la stessa grafia ma differiscono nella pronuncia.
La parola ‘capitano’ quando ha l’accento sulla penultima sillaba (capitàno) significa capo, guida, per esempio il capitano di una nave; quando ha l’accento sulla quartultima sillaba (càpitano) è la terza persona plurale dell'indicativo presente del verbo capitare.