Complementi indiretti

Analisi logica

I complementi indiretti sono generalmente introdotti da una preposizione (semplice, articolata o derivata) o da una locuzione prepositiva.

Alcuni complementi sono introdotti da un’unica preposizione, altri invece sono espressi mediante diverse preposizioni. Inoltre, la stessa preposizione può introdurre diversi complementi.

Ci sono anche delle eccezioni: i complementi di tempo, di età, di quantità e il complemento distributivo in certi casi non richiedono la preposizione.

Il complemento di vocazione e il complemento di esclamazione non sono introdotti da preposizioni e non dipendono da nessun elemento di una proposizione.

Soggetto + Predicato verbale + Complemento indiretto

— Io telefono a Giacomo.

— Io vado a casa.

— Io torno a mezzogiorno.

Soggetto + Verbo + Oggetto diretto + Complemento indiretto

— Io ho guidato la macchina di Stefano.

Soggetto + Verbo + Complemento indiretto + Complemento indiretto

— Io sono andato a casa di Marco.

I complementi indiretti possono essere inclusi in un’unica categoria oppure si può tentare di classificarli.

Accademia della Crusca: Che complemento è ?

Oggetto indiretto (complemento di termine): a chi ? a che cosa ?

A

Complemento d’agente: da chi ? da che cosa ?

Da

Complemento di specificazione: di chi ? di che cosa ?

Complemento di argomento: di quale argomento ?

Complemento di denominazione: quale ?

Di, su, in, a proposito di, ecc.

Complemento distributivo: in quale ordine ? in quale proporzione ? ogni quanto ?

A, per, su, nessuna preposizione

Complemento di materia: di quale materia ?

Di, in

Complemento di qualità: di quale qualità ?

Di, da

Complemento di quantità (peso, estensione, distanza, stima, prezzo): quanto ? ecc.

Di, a, da, su, per, tra, nessuna preposizione

Complemento di luogo: dove ? ecc.

Complemento di origine o provenienza: da dove ? da chi ? da che cosa ?

Complemento di allontanamento o separazione: da dove ? da chi ? da che cosa ?

A, in, da, di, per, tra, su, sopra, sotto, davanti, dietro, ecc.

Complemento di tempo: quando ? ecc.

A, in, di, tra, per, da, prima di, dopo, durante, ecc., nessuna preposizione

Complemento di età: di quale età ? a quale età ? quale età ?

Di, a, su, nessuna preposizione

Complemento di modo e di mezzo: come ? con che mezzo ?

Con, a, in, da, di, su, per, secondo, mediante, per mezzo di, ecc.

Complemento di causa e di scopo: perché ?

Complemento di vantaggio: a favore di chi ? a favore di che cosa ?

Complemento di svantaggio: a danno di chi ? a danno di che cosa ?

Per, con, a, di, da, in, a causa di, allo scopo di, a vantaggio di, ecc.

Complemento di paragone: più o meno di chi ? più o meno di che cosa ?

Di, in confronto a, ecc.

Complemento partitivo: tra chi ? tra che cosa ?

Di, tra

Complemento di rapporto: con chi ? tra chi ?

Complemento di inclusione (Compagnia e Unione): con chi ? con che cosa ?

Complemento di esclusione: senza chi ? senza che cosa ?

Complemento di sostituzione: al posto di chi ? al posto di che cosa ?

Con, tra, insieme a, senza, per, al posto di

Complemento di limitazione: limitatamente a chi ? limitatamente a che cosa ?

Per, da, secondo, ecc.

Complemento concessivo: nonostante chi ? nonostante che cosa ?

Nonostante, malgrado, ecc.

Complemento eccettuativo: eccetto chi ? eccetto che cosa ?

Tranne, eccetto, ecc.

Complemento di vocazione

nessuna preposizione

Complemento di esclamazione

nessuna preposizione