Completiva obliqua implicita

Le proposizioni completive completano la proposizione principale.

*

I verbi transitivi che esprimono un'esortazione o un'accusa reggono una proposizione completiva obliqua implicita (a, di + infinito).

L'oggetto della principale coincide con il soggetto logico della dipendente.

Convincere, coinvolgere, costringere, obbligare, spingere, trattenere, invitare, esortare, incitare, aiutare, accompagnare, portare, mandare, ecc. + a + infinito presente

Ho aiutato Mario a mettere in ordine.

Ho convinto Mario a mettere in ordine.

Pregare, incaricare + di + infinito presente

Ho pregato Mario di mettere in ordine.

Accusare, incolpare, rimproverare + di + infinito presente o passato

Ho accusato Mario di essere troppo disordinato.

Ho accusato Mario di aver messo tutto in disordine.

*

I verbi che esprimono sforzo e le locuzioni che esprimono un'inclinazione o un'opinione reggono una proposizione completiva obliqua implicita (a, di + infinito).

Il soggetto della principale coincide con il soggetto logico della dipendente.

Provare, faticare, riuscire, imparare, insegnare, tendere, contribuire, ecc. + a + infinito presente

Provo a cucinare.

Impegnarsi, allenarsi, esercitarsi, dedicarsi, ecc. + a + infinito presente

Mi esercito a cucinare.

Sforzarsi + a, di + infinito presente

Mi sforzo di tenere tutto in ordine.

Offrirsi + di + infinito presente

Mi offro di fare la spesa.

Vedere, cercare (nel significato di impegnarsi, sforzarsi) + di + infinito presente (informale)

Vedi di studiare.

Cerca di studiare.

Essere abituato, bravo, veloce, incline, portato, disponibile, adatto ecc. + a + infinito presente

Sono bravo a cucinare.

Essere capace + a, di + infinito presente

Sono capace di cucinare.

Fare bene, male, meglio, in tempo ecc. + a + infinito presente

Sto facendo bene a tornare.

Ho fatto bene a tornare.

Faresti meglio a tornare.

Essere favorevole, contrario + a + infinito presente

Sono favorevole a partire.

*

Alcuni verbi e locuzioni che esprimono un'opinione, uno stato d'animo o una percezione reggono una proposizione completiva obliqua implicita (di + infinito).

Il soggetto grammaticale o logico della principale coincide con il soggetto logico della dipendente.

Se il soggetto della dipendente è diverso da quello della principale si può avere una proposizione obliqua esplicita.

Essere felice, triste, entusiasta, contento, consapevole, sicuro, convinto ecc. + di + infinito presente

Sono felice di tornare.

Avere paura, voglia, intenzione, bisogno, la speranza, la certezza, la possibilità, la capacità, l'abitudine ecc.+ di + infinito presente

Ho paura di tornare.

Non vedo l'ora di tornare.

Non c'è motivo, non c'è tempo ecc. + di + infinito presente

Non c'è motivo di tornare.

Non c'è tempo di tornare.

è ora di tornare.

Sentirsi + di + infinito presente

Non mi sento di partire.

Accorgersi, rendersi conto + di + infinito passato

Non mi sono accorto di aver preso la strada sbagliata.

Pagine collegate

Frase complessa

Proposizione completiva

Soggettiva: implicita (infinito) | implicita (di + infinito) | esplicita

Oggettiva implicita (infinito) | implicita (di + infinito) | esplicita

Obliqua: implicita (a, di + infinito) | esplicita

 


Ti potrebbero interessare anche

Grammatica

La parola Onda

Si passivante e si impersonale

Pronomi riflessivi

Articoli indeterminativi

Aggettivi dimostrativi

Locuzioni avverbiali

Preposizioni - DI

Frase semplice

Frase coordinata

Esercizi

Pronomi soggetto

Indicativo presente - Andare e Venire

Aggettivi possessivi

Condizionale presente

Indicativo trapassato prossimo

Preposizioni A, DA, IN - Complementi di luogo

CI e NE

Gerundio presente

Cerca una pagina