Acre, aspro, benefico, benevolo

Superlativi in -errimo

In latino, gli aggettivi con nominativo singolare maschile in -er formavano il superlativo aggiungendo al nominativo singolare la terminazione in -rimus (acer > acerrimus).

In italiano, gli aggettivi acre, aspro, celebre, integro, misero, salubre hanno mantenuto, in quanto prestiti dotti dal latino, la terminazione in -errimo. Per gli aggettivi aspro, misero e salubre è frequente anche la terminazione in -issimo.

Il superlativo in -errimo è usato generalmente per esprimere significati astratti:
Paolo ed io siamo acerrimi rivali.
Mario è una persona integerrima.

Grado positivoSuperlativo assoluto
AcreMolto acre
Acerrimo
AsproMolto aspro
Asprissimo
Asperrimo
CelebreMolto celebre
Celeberrimo
IntegroIntegerrimo
MiseroMolto misero
Miserissimo
Miserrimo
SalubreMolto salubre
Salubrissimo
Saluberrimo

Superlativi in -entissimo

Gli aggettivi latini in -dicus, -ficus e -volus formavano il superlativo dal tema del participio presente del verbo corrispondente, aggiungendo al tema positivo la terminazione in -entissimus (beneficus > beneficentissimus).

Allo stesso modo gli aggettivi benefico, munifico, maledico, benevolo, malevolo formano il superlativo in -entissimo.

Grado positivoSuperlativo assoluto
BeneficoBeneficentissimo
MunificoMuneficentissimo
MaledicoMaledicentissimo
BenevoloBenevolentissimo
MalevoloMalevolentissimo