Esercizi

Esercizi di italiano online sulla grammatica, divisi in tre livelli di difficoltà progressiva (A - elementare | B - intermedio | C - avanzato), e sul significato delle parole.

Quiz: esercizi a tempo.

Livello A

Esercizi per imparare le prime frasi in italiano (Come ti chiami ? Di dove sei ? Quanti anni hai ?), i pronomi soggetto, i verbi essere e avere

Esercizi sull’indicativo presente dei verbi regolari nelle tre coniugazioni (-are, -ere, -ire)
L’indicativo presente si usa per descrivere la realtà presente o per esprimere azioni che accadono contemporaneamente al momento in cui vengono espresse o azioni abituali.

Esercizi sull’uso delle preposizioni e degli avverbi nei principali complementi indiretti e sulle congiunzioni e, o, ma, quindi
Le preposizioni si premettono ai nomi o ai verbi all’infinito per indicare vari tipi di relazione.
Gli avverbi si aggiungono a un verbo, a un aggettivo, a un altro avverbio o a una frase per esprimere una loro determinazione o qualità.
Le congiunzioni collegano una parola con l’altra o una proposizione con l’altra.

Esercizi sui pronomi, gli aggettivi e gli avverbi quantitativi (molto, abbastanza, poco, nulla, niente, troppo, quasi, ecc.), sui pronomi e gli aggettivi dimostrativi (questo, quello) e sui pronomi e gli aggettivi possessivi (mio, tuo, suo, nostro, vostro, loro)
I quantitativi indicano in modo indefinito una quantità.
I dimostrativi indicano l’identità o la posizione di un nome.
I possessivi indicano chi ha una particolare relazione (di possesso, parentela, amicizia ecc.) con ciò che è espresso da un nome.

Esercizi sui verbi della 2° coniugazione che terminano in -cere, -gere, -gliere, -gnere e in -arre, -orre, -urre

Esercizi sui verbi dare, andare, fare, venire, stare, sulla costruzione stare + gerundio, sui verbi modali (volere, dovere, potere, sapere), sui verbi conoscere e sapere, sul dare del lei

Esercizi sui pronomi, gli aggettivi e gli avverbi interrogativi (chi, che cosa, dove, quando, perché, come, quanto, quale), sul chiedere “che ore sono ?” e sul chiedere “che tempo fa ?”

Esercizi sugli articoli determinativi e indeterminativi e sugli articoli partitivi
L’articolo determinativo individua un nome in modo preciso.
L’articolo indeterminativo individua un nome in modo generico.
L’articolo partitivo indica una parte non determinata di un tutto.

Livello B

Esercizi sui pronomi riflessivi e i verbi in -SI, sui pronomi complemento di forma forte, sui pronomi oggetto diretto e indiretto di forma forte e di forma debole, sul verbo piacere e i verbi impersonali con i pronomi oggetto indiretto, sull’uso dei pronomi complemento quando si dà del lei
I pronomi riflessivi di forma debole (mi, ti, si, ci, vi) sono presenti nei verbi pronominali in -SI e coincidono nella persona con il soggetto che compie l’azione.
I pronomi riflessivi di forma forte (me, te, sé, noi, voi, sé) sono utilizzati per il complemento indiretto e in particolari espressioni.
I pronomi complemento di forma forte (me, te, lui, lei, noi, voi, loro) si possono usare in tutti i complementi, quelli di forma debole (mi, ti, lo, la, gli, le, ci, vi, li) solo nella funzione di complemento oggetto (oggetto diretto) e complemento di termine (oggetto indiretto).

Esercizi sull’imperativo informale e formale (dare del lei)
L’imperativo è il modo per esprimere ordini, esortazioni, richieste, consigli.

Esercizi sul passato prossimo, sull’imperfetto, sul trapassato prossimo, sul passato remoto, sul presente storico e sulla scelta tra i vari tempi

Esercizi sulle preposizioni che introducono i complementi indiretti, sulle preposizioni A, DI, PER con i verbi aspettuali, sulle parole su, giù, sopra, sotto, sulle locuzioni e sulle congiunzioni perciò, perché, quando, mentre, invece, anche se, se, così che, come

Esercizi su aggettivi, avverbi, sostantivi e altre parole
Esercizi sul grado dell’aggettivo e dell’avverbio (comparativo e superlativo), sulle parole bello, bravo, grande, buono, bene, migliore, meglio, grazie, prego, ecc.

Esercizi sul futuro semplice, sul futuro anteriore e sulla scelta tra i due tempi
Oltre che per esprimere azioni e situazioni posteriori al momento in cui vengono espresse, il futuro semplice si usa per fare previsioni, per parlare di novità e cambiamenti, per esprimere dubbi o ipotesi. Il futuro anteriore esprime un’azione futura anteriore a un’altra azione futura, ma può anche dare a una frase valore concessivo o ipotetico.

Esercizi sul condizionale presente e sul condizionale passato
Il modo condizionale si usa per dare o chiedere un consiglio, per chiedere un favore, per riportare un’informazione non confermata, per esprimere stupore, meraviglia, gioia o un desiderio, un’opinione, un’ipotesi.
Il condizionale passato si usa anche per esprimere il futuro nel passato.

Esercizi sulle particelle CI, NE, LO, LA e sui pronomi combinati
Le particelle CI e NE hanno varie funzioni.
Entrambe sono integrate in alcuni verbi pronominali o possono sostituire un complemento indiretto o un’intera proposizione.
La particella NE può anche sostituire un nome accompagnato da un’indicazione di quantità (ne partitivo).
La particella CI è anche il pronome complemento o riflessivo di forma debole corrispondente alla 1° persona plurale (vedi il livello A capitolo 7 e il livello B capitolo 1).
Le particelle LO e LA, oltre a sostituire un nome di cosa, sono integrate in alcuni verbi pronominali.
I pronomi combinati sono dati dall’unione del pronome oggetto indiretto o riflessivo con il pronome oggetto diretto (3° persona singolare e plurale) o con la particella NE. Inoltre, sono integrati in alcuni verbi pronominali.

Livello C

Esercizi sull’infinito presente o passato nelle proposizioni completive e circostanziali, sul participio passato nelle proposizioni relative e circostanziali, sul gerundio presente o passato nelle proposizioni circostanziali, sul participio presente e passato come aggettivo e sostantivo
L’infinito, il participio e il gerundio sono i modi verbali indefiniti.
Nella frase semplice, l’infinito si usa con i verbi ausiliari di modo e di tempo (vedi il livello A capitolo 6 e il livello B capitolo 4) e nell’imperativo negativo (vedi il livello B capitolo 2), il participio passato per formare i tempi composti (vedi il livello B capitoli 3, 6, 7 e il livello C capitolo 2) e la diatesi passiva (vedi il livello C capitolo 5), il gerundio con i verbi ausiliari di tempo (vedi il livello A capitolo 6).
Nella frase complessa, l’infinito presente e passato, il participio passato e il gerundio presente e passato sono usati nelle proposizioni subordinate implicite.
Il participio presente è invece usato principalmente come aggettivo o come sostantivo. Anche dal participio passato derivano numerosi aggettivi e sostantivi.

Esercizi sul congiuntivo presente, imperfetto, passato e trapassato, sulla scelta tra i vari tempi e sulla scelta tra indicativo e congiuntivo
Il modo congiuntivo si usa nella frase semplice per esprimere esortazioni, desideri, speranze, dubbi e nella frase complessa nel periodo ipotetico di 2° e 3° tipo e in un gran numero di subordinate esplicite.

Esercizi sul periodo ipotetico
Il periodo ipotetico è formato da due proposizioni: una proposizione principale (conseguenza) e una proposizione subordinata introdotta dalla congiunzione “se” (condizione).
La proposizione subordinata esprime la condizione da cui dipende la realizzazione di ciò che è espresso nella proposizione principale.

Esercizi sul discorso indiretto con l’infinito (subordinata implicita) e l’indicativo (subordinata esplicita), sul discorso indiretto con il condizionale passato (futuro nel passato), sul discorso indiretto con il congiuntivo, sulle espressioni di luogo e tempo
Il discorso indiretto permette di riportare le parole di altri introducendole con un verbo di enunciazione (dire ecc.) o con un verbo di comando (ordinare ecc.).
Il discorso indiretto è formato da una frase complessa con una proposizione principale e una proposizione subordinata implicita o esplicita.

Esercizi sul passivo, sul si passivante e sul si impersonale
La diatesi esprime il tipo di relazione che intercorre tra il verbo, il soggetto e l’oggetto. Nella diatesi passiva, il soggetto subisce l’azione espressa dal verbo. La diatesi passiva si può avere solo con i verbi transitivi.
Nel si passivante, la particella pronominale “si” consente di dare valore passivo a un verbo transitivo.
Nel si impersonale, la particella pronominale “si” ha la funzione di soggetto indefinito.

Esercizi sulla proposizione relativa con i pronomi relativi e gli avverbi relativi e sulla frase scissa
I pronomi e gli avverbi relativi permettono di collegare due proposizioni contenenti informazioni riguardanti lo stesso elemento, evitando di ripeterlo.

Esercizi su pronomi e aggettivi indefiniti e sugli aggettivi qualificativi
I pronomi e gli aggettivi indefiniti particolari o singolativi indicano un numero generico di persone o cose rispetto a un insieme.
I pronomi e gli aggettivi indefiniti universali o collettivi indicano un insieme completo di persone o cose.
I pronomi e gli aggettivi indefiniti negativi escludono un certo dato.
Gli aggettivi qualificativi esprimono una qualità del nome a cui si riferiscono.

Esercizi sui connettivi che introducono una proposizione completiva o circostanziale
Le proposizioni completive completano la proposizione principale.
Le proposizioni circostanziali aggiungono un’informazione alla proposizione principale.

Parole

Quiz