Diatesi passiva

La diatesi o forma esprime il tipo di relazione che intercorre tra il verbo (V), il soggetto (S) e l'oggetto (O).

Nella diatesi passiva, il soggetto grammaticale subisce l'azione espressa dal verbo.

La diatesi passiva si può avere solo con i verbi transitivi e si ottiene con gli ausiliari essere, andare e venire e il participio passato.

L'oggetto diretto della frase attiva diventa soggetto e viene così messo in evidenza, mentre il soggetto della frase attiva (che diventa il complemento d'agente o di causa efficiente) può anche non essere espresso.

Vedi anche il si passivante e la coniugazione passiva.

Diatesi passiva

S

V

O

C

Ausiliare Essere

Forma attiva

Un ladro

ha derubato

un uomo.

 

due uomini.

due donne.

una donna.

Forma passiva: ausiliare "essere" coniugato nel modo e nel tempo della forma attiva + participio passato.

Un uomo

è stato derubato

 

da un ladro.

Due uomini

sono stati derubati

Una donna

è stata derubata

Due donne

sono state derubate

Ausiliare Venire

Forma attiva

Un ladro

deruba

un uomo.

 

due uomini.

due donne.

una donna.

Forma passiva: ausiliare "venire" coniugato nel modo e nel tempo della forma attiva (solo tempi semplici) + participio passato.

Un uomo

viene derubato

 

da un ladro.

Due uomini

vengono derubati

Una donna

viene derubata

Due donne

vengono derubate

Ausiliare Andare

Forma attiva

Un incendio

distrusse

la casa.

 

Forma passiva: ausiliare "andare" coniugato nel modo e nel tempo della forma attiva (solo tempi semplici) + participio passato.

Con verbi di significato negativo: perdere, distruggere, dimenticare, deludere ecc.

La casa

andò distrutta

 

da un incendio.

Forma attiva

Noi

dobbiamo fare

molte cose.

 

Forma passiva: ausiliare "andare" coniugato nel modo e nel tempo della forma attiva (solo tempi semplici) + participio passato.

Per indicare dovere e necessità

Molte cose

vanno fatte.