Monosillabi

Le parole monosillabiche nella lingua italiana non sono numerose.

Di regola non hanno un accento grafico, con alcune eccezioni.

Esempi di parole monosillabiche

Verbi

Dà | Fa | Va | Può | Ho | è | ecc.

Nomi

Re | Gru | Guai | Pro | ecc.

Pronomi

Mi | Me | Miei | ecc.

Articoli

Il | Lo | La | I | Gli | Le | Un

Aggettivi

Blu | Tre | ecc.

Parole che subiscono elisione o troncamento:

Bel | Gran | ecc.

Avverbi

Già | Là | No | Sì | Qui | ecc.

Preposizioni

Di | A | Da ecc.

Congiunzioni

E | O | Che | Ma | Se | ecc.

Note musicali

Do | Re | Mi | Fa | Sol | La | Si

Parole straniere, sigle, abbreviazioni

Stop | Suv | Bar | ecc.

 

Monosillabi accentati

Monosillabi accentati per evitare che siano pronunciati come bisillabi

Più

Può

Ciò

Già

Giù

Monosillabi accentati per evitare l'omografia

(verbo)

Da

(preposizione)

(giorno)

Di

(preposizione)

è

(verbo)

(si pronuncia con la "e" aperta)

E

(congiunzione)

(si pronuncia con la "e" chiusa)

(avverbio)

La

(articolo)

(avverbio)

Li

(pronome)

(congiunzione)

Ne

(particella)

(pronome)

Se

(congiunzione)

(avverbio)

Si

(pronome)

(bevanda)

(si pronuncia con la "e" aperta)

Te

(pronome)

(si pronuncia con la "e" chiusa)