Presente storico

Sostituisci i verbi al passato remoto con i rispettivi verbi all’indicativo presente.

Nel primo secolo a.C., Agrippa, amico e sostenitore di Ottaviano Augusto, costruire un acquedotto, per rifornire d’acqua le sue terme.

L’acquedotto (detto “Vergine”) passava e passa ancora oggi nell’area dell’attuale fontana di Trevi. Qui, all’incrocio di tre vie, c’era una semplice fontana a tre bocche.

Con la caduta dell’impero romano, gli undici acquedotti di Roma danneggiamenti che li inutilizzabili.

Solo mille anni dopo, a essere riparati e pian piano rimessi in funzione.

Per celebrare la purezza e la bontà dell’acqua trasportata dall’acquedotto Vergine, di nuovo funzionante, papa Clemente XII di far costruire una grande fontana.

I lavori trent’anni, dal 1732 al 1762, e sotto i pontificati di Benedetto XIV e di Clemente XIII.

Le iscrizioni commemorative della costruzione della fontana per opera dei tre papi sono visibili al di sopra della statua di Oceano.

In cima, è posto lo stemma araldico di Papa Clemente XII.

Lo scopo della decorazione della fontana è quello di esaltare la funzione dell’acqua come portatrice di abbondanza e salute e di ricordare la storia dell’acquedotto.

È tradizione lanciare una moneta nella fontana, per assicurarsi il ritorno a Roma.