La fontana di Trevi

Leggi il testo e scegli la parola corrispondente alla definizione.

Nel primo secolo a.C., Agrippa, amico e sostenitore di Ottaviano Augusto, fa costruire un acquedotto, per rifornire d'acqua le sue terme.

L'acquedotto (detto "Vergine") passa nell'area dell'attuale fontana di Trevi. Qui, all'incrocio di tre vie, c'era una semplice fontana a tre bocche.

Con la caduta dell'impero romano, gli undici acquedotti di Roma subiscono danneggiamenti che li rendono inutilizzabili.

Solo mille anni dopo, iniziano a essere riparati e rimessi in funzione.

Per celebrare la purezza e la bontà dell'acqua trasportata dall'acquedotto Vergine, di nuovo funzionante, papa Clemente XII decide di far costruire una grande fontana.

I lavori durano trent'anni, dal 1732 al 1762, e terminano sotto i pontificati di Benedetto XIV e di Clemente XIII.

Le iscrizioni commemorative della costruzione della fontana per opera dei tre papi sono visibili al di sopra della statua di Oceano.

In cima, è posto lo stemma araldico di Papa Clemente XII.

Lo scopo della decorazione della fontana è quello di esaltare la funzione dell'acqua come portatrice di abbondanza e salute e di ricordare la storia dell'acquedotto.

È tradizione lanciare una moneta nella fontana, per assicurarsi il ritorno a Roma.


Trasmissione di generazione in generazione di norme, consuetudini, memorie, notizie: .

Strada urbana o extra-urbana; particolare itinerario o percorso; sistema di comunicazione: .

Composto chimico formato da due atomi di idrogeno legati a uno di ossigeno: .

Il complesso di opere per la presa dell’acqua e la sua condotta e distribuzione: .

Grande quantità e disponibilità di cose (e specialmente viveri): .

Stato di benessere fisico e di equilibrio psichico: .

Il complesso di edifici destinati a bagni pubblici e dotati di piscine, palestre, biblioteche e giardini: .

Costruzione che permette di regolare il passaggio di acqua proveniente da una sorgente o da un acquedotto: .

 

  

  

Cerca una pagina


su giù